Permalink

off

Scritto da:
Pubblicato: 04/12/2018

10 consigli per rendere la prima escursione di scialpinismo della stagione un successo

Prima di partire per la vostra prima escursione sugli sci d’alpinismo, dovreste prendere questi 10 consigli a cuore. Nel tardo autunno non vediamo l’ora di montare finalmente le pelli di foca, partire a ritmo rilassato e tentare le prime curva nella neve profonda. Mantenete la calma e non lasciate che lo stress stagionale insorga!

Gli sciatori esperti si sono già presi cura degli sci alla fine della scorsa stagione, in modo che siano pronti per la prima escursione in autunno. Gli sci sono stati trattati con cera universale, le pelli di foca sono state pulite e mantenute fresche durante l’estate e l’attacco è stato revisionato. Le batterie sono state rimosse dall’apparecchio ARTVA e i pali telescopici sono stati curati in modo che possano scivolare più facilmente. Finalmente è ora! Quindi si va in garage oppure in cantina per preparare tutta l’attrezzatura necessaria.

 

Suggerimento 1: preparate lo zaino la sera prima.
Se lo zaino viene preparato la sera prima dello skitour, si può prendere una decisione ponderata su cosa mettere in zaino.
I fanatici esperti conoscono il segreto: più grande è lo zaino, più si porta con sé. Pertanto, si dovrebbe scegliere uno piccolo zaino per l’escursione di scialpinismo di un giorno.

Suggerimento 2: escursione di scialpinismo in pista o fuoripista?
Molti consigli e informazioni sono disponibili online: Tuttavia, queste informazioni devono sempre essere messe in discussione e valutate alle propie esigenze.
Se volete stare sul sicuro, il primo skitour che scegliete è un tour sulle piste da sci. I tour sulle piste da sci presentano essenzialmente due grandi vantaggi rispetto alle escursioni fuoripista: sono relativamente meno esposti ai pericoli e garantiscono escursioni anche con poca neve. Attenzione, perché “le piste da sci sono state costruite per sciatori che usano la seggiovia”. I scialpinisti dovrebbero conoscere le regole del rispettivo comprensorio sciistico.

Suggerimento 3: le pelli tengono?
Si dovrebbe assolutamente controllare se la colla delle pelli è ancora presente. Se durante l’escursione le pelli non si attaccono bene, si possono temporaneamente usare delle fascette. Dopo la giornata consigliamo di appliccare una nuova colla. Se volete stare sul sicuro, portate con voi delle pelle di ricambio, perché non c’è niente di peggio che dover tornare indietro poco dopo l’inizio del tour.

Suggerimento 4: Ho con me l’attrezzatura di emergenza standard?
Le valanghe possono verificarsi anche all’inizio dell’inverno. Il dispositivo ARTVA fa parte delle apparecchiature di emergenza standard, così come la pala, la sonda e il kit di pronto soccorso. Non devono mancare nemmeno una borsa bivacco, una lampada frontale e un telefono cellulare.
Il controllo dell’attrezzatura di emergenza dura meno di cinque minuti.

Suggerimento 5: attenzione ai rischi dell’inizio dell’inverno!
C’è poca neve, quasi nessuno strato di neve e pietre sporgenti isolate sui pendii e nei punti stretti. Queste sono le cose da tenere d’occhio all’inizio dell’inverno. Uno si deve anche lentamente abituarsi di nuovo al freddo. Casco/cappuccio, guanti, gilet e tè caldo deve essere quindi assolutamente portato nello zaino. Soprattutto con il vento può diventare rapidamente gelido all’ombra.

Suggerimento 6: stampare il rapporto valanghe.
Già prima del primo tour si pensa alla destinazione, quindi viene stampata l’attuale rapporto valanghe. Attenzione: anche dopo le prime nevicate leggere, molta neve si deposita nei pendii a causa del vento, che di solito non si solidifica. Una stampa dell’attuale rapporto sulla situazione delle valanghe può essere discussa con i partecipanti dello skitour ed è un utile aiuto decisionale per la scelta della via.

Suggerimento 7: controllare i dispositivi ARTVA
Il ricetrasmettitore valanghe (ARTVA) viene tante volte messo solo in tasca, senza fare il pre-test. Alla fine della stagione le batterie sono state probabilmente rimosse, ora è il momento di utilizzarne delle nuove. Se avete un secondo dispositivo, dovreste portarlo con voi, perché soprattutto durante la prima escursione di scialpinismo c’è sempre qualcuno che ha dimenticato l’apparecchio ARTVA a casa.

Gli apparecchi ARTVA sono stati progettati per salvare vite umane. È quindi nell’interesse di tutti che tutti i dispositivi dei partner funzionino davvero. Soprattutto durante laprima escursione di scialpinismo della stagione è utile effettuare un controllo dettagliato del dispositivo. Inoltre, il controllo è una pratica utile per le emergenze.

Suggerimento 8: sciolina anti-zoccoli di neve
Se la neve si attacca alle pelli, l’escursione può diventare rapidamente una tortura. Il rimedio migliore è la sciolina liquida oppure dura. Un servizio sci fa miracoli e aumenta il piacere di sciare.

Suggerimento 9: portati anche da mangiare!
Portate con voi abbastanza cibo e bevande calde. Ancora e ancora una volta, ci si stupisce di quanto sia faticoso il primo skitour nonostante le buone condizioni fisiche. Cibo ricco, energetico e abbastanza da bere dovrebbe sempre essere portato con sé. Soprattutto durante il primo tour sarete felici di avervi portato dietro abbastanza cibo.

Suggerimento 10: prevedete tempo a sufficienza.
Soprattutto nella prima escursione della stagione ci vuole un po’ più tempo per tutto. Forse si perde un po’ di tempo durante l’avvicinamento o durante il controllo del materiale e di trovare di nuovo il proprio ritmo di salita. Inoltre, i giorni di dicembre sono particolarmente brevi. Con una certa riserva il tour dovrebbe essere terminato entro le 16.00 al più tardi.